Pubblicato in: random

Leggo i miei lettori: Covid edition! Spargiamo suggerimenti&spirito positivo


Buongiorno miei cari Spelacchiati e Spelacchiate, anzi, potrei scrivere direttamente Spelacchiat* e vi aggiustate voi. Magari vi sentite un asterisco, chi sono io per giudicare?

Ahhh oggi sono proprio soddisfatta, Toti ha parlato di me su Twitter. Cioè non mi ha citata per nome e cognome alla Conte, ma so che stava parlando di me medesima.
Chi più della sottoscritta rientra nella descrizione “non indispensabile allo sforzo produttivo del Paese”? Cioè io sono un cazzo di parassita, altro che il film di Bong Jang Jung (non mi ricordo MAI come diamine si chiami), se qualcuno deve incoronirsi dovrei proprio essere io cazzo.

Ragazzi… che tempi difficilini che ci troviamo a vivere. Io, dal mio essere un parassita a casa dei miei da 26 anni, sono una privilegiata del menga in questa situazione assurda, me ne rendo molto conto, e proprio per questo vorrei trovare un modo di rendermi anche solo vagamente utile.
Avevo pensato di scrivere un post particolarmente cretino insultando un po’ tutto e tutti, ma poi ci ho riflettuto: sono stanca anche io di sentire polemiche più o meno giustificate a destra e a manca, eccheccazzo. Tutti economisti, strateghi, medici… Poi a malapena hanno la terza elementare e trovano affascinante la formazione del ghiaccio.
NEL CERVELLO AVETE IL GHIACCIO, TESTOLINE BITORZOLUTE PER LE TROPPE CADUTE DA PICCOLI.

Dunque stasera volevo provare insieme a voi a spargere della positività (… no, aspettate, non intendevo- va beh, avete capito…) perché di escrementi direi che siamo già pieni in questo periodo.
Nel mio piccolo -per non dire minuscolo- in queste settimane a rotazione ordinerò cibo a domicilio da tutti quei piccoli locali che per cercare di stare a galla hanno cominciato a fare consegne nella mia città. C’è un pub che fa degli hamburger PAZZESCHI, un ristorante indiano che per me è la fine del mondo, una pizzeria aperta da meno di sei mesi… E lo stesso vale per quei piccoli negozi che ora più che mai hanno bisogno di supporto.
Non è molto, ma ritengo sia necessario in momenti di crisi così profonda dare anche il più piccolo sostegno.

Ora dunque passo la palla a voi, miei cari Spelacchiati, e vi chiedo direttamente cos’altro si può fare per cercare di tenere in vita una situazione economica che sta andando a ramengo? Se avete un’attività o conoscete qualcuno che ne ha una potete scrivere qui come si può aiutare, cerchiamo di raccogliere un po’ di idee serie.
Avete suggerimenti per dare sostegno al mondo dello spettacolo, dell’arte, alle piccole realtà ovviamente più colpite?
E soprattutto se avete scritto o scriverete qualche articolo sulla situazione Covid19, possibilmente a tema speranzoso, siete più che invitati a linkarmelo qua sotto nei commenti! Dunque fuoco alle polveri miei cari.

(Torno presto con gli aggiornamenti sulla mia bizzarra vita sentimentale, che per ora sta andando esageratamente bene).
Hasta la pasta!

Autore:

Amante di: Libri Film Serie tv Sarcasmo Black Humor Tutto ciò che è politically scorrect Gin Tonic, Jamaican Mule. Se avete alcolici sorprendenti da proporre contattatemi pure. Se vi va di scambiare quattro chiacchiere: pensierispelacchiati@gmail.com

5 pensieri riguardo “Leggo i miei lettori: Covid edition! Spargiamo suggerimenti&spirito positivo

  1. Ma che bella idea quella di cercare suggerimenti su come migliorare la nostra economia, nel nostro piccolo. Io non ho nel mio paese locali che facciano consegne a domicilio perciò non posso aiutarlo. Però si potrebbe creare una sorta di centro online dove negozi e liberi professionisti possono proporre i loro servizi e prodotti online, magari con offerte adatte a questo grigio periodo

    Piace a 2 people

  2. Anna (https://matavitatau.wordpress.com/2020/05/02/anna-di-niccolo-ammaniti/) l’hai letto, e speranzoso non è per nulla…
    Aggiungo la Musica per le epidemie (https://matavitatau.wordpress.com/2020/03/08/musica-per-le-epidemie/) e il concerto beethoveniano di Nézet-Séguin (https://matavitatau.wordpress.com/2020/03/18/5a-e-6a-di-beethoven-streaming-di-nezet-seguin-da-una-verizon-hall-vuota/), quello, sì, un po’ più speranzoso…

    Piace a 1 persona

  3. Ehi Sara ma ciao 😉 SI direi, oppure scriverei ma preferisco dirlo con la vaga speranza di essere sentita e, meglio se, ascoltata. Io sono proprio un asterisco sai? E, come tale, ti suggerirei di fare una cosa: purtroppo, a meno che tu non sia una mangiona tale da riuscire a comperare da asporto da circa tre o quattro negozi da te menzionati, e spendere 200 euro per ogni negozio – ogni sera – mangiando tutto quello che prendi. Immagino che tu sia milionaria per farlo?! Allora la cosa che tu stai facendo è un gesto di grande solidarietà che io apprezzo non sai quanto ❤️ perché lo chiamo amore verso il prossimo. L’ideale sarebbe riuscire a convincere la popolazione del tuo quartiere, comune, zona insomma… a fargli fare la stessa cosa e dagli stessi negozi. Questo è in modo da non dover spendere davvero tu, tutti quei soldi e so che non lo fai. È una triste situazione lo so ma dobbiamo fare in modo di sdrammatizzare un minimo altrimenti non se ne esce, non certo a livello psicologico. Ma, la forza degli italiani, se messi assieme, so per certo che diventa una realtà di enorme e solidale convenienza per tutti. Per chi compera perché mangia comunque anche se andasse nei Vostri Supermarket e per chi vende da asporto per ovvi motivi da non dovere nemmeno sottolineare. Ciò che dovete salvare, sono i piccoli e non i grandi, già preparati a qualsiasi chiusura anche lunga e questo, perché sono delle multinazionali. Sei brava ma sei solo un numero. Se il tuo numero avesse almeno 3 zeri… ecco risolta una piccola parte del progetto e nemmeno tanto piccola. Certo è che come fai? Come riuscirai, a convincere altri, nel far la medesima cosa nella tua stessa zona e negozi? Bel dilemma 🙄🙄🙄🙄🙄🙄 Il tutto in dedica al tuo grande amore e ❤️ cuore che usi per queste persone che lavorano e hanno poco per far mangiare le rispettive famiglie. Una domanda curiosa: la che hai sentito è di un certo Toti? Ehm… Non lo conosco ma chi sarebbe? Uno dei nostri amici Blogger? È strano che una persona ti scriva una simil frase di un contenuto da poco conto. Vorrei tanto conoscerlo così gli darei una strigliata come si fà ai cavalli e agli asini. Me lo puoi presentare? Please 🙄🙄🙄 non mi viene in mente il suo Blog però è un nome che ho sentito spesse volte. Chissà che già non lo stia seguendo 🤭🤭🤭🤭🤭 Un avvocato a te e che Toti possa superare la prova d’esame delle elementari. È un augurio di un buon auspicio….. col ❤️ anche per lui… ovviamente 🤭 Sabri

    Piace a 1 persona

    1. Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria. Ha condensato in poche righe un discorso assai più ampio, ma in modo talmente maldestro, che i suoi avversari politici sono riusciti a farlo passare per un novello Hitler!

      Obiettivamente il post è indifendibile. L’unica scusa che gli posso trovare è la profonda stanchezza che avrà accumulato in questi giorni di delirio! 😦

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...